Skip to main content

Prova la cucina strana ma eccezionale della Norvegia

Avresti il coraggio di provare i nostri cibi più eccentrici?

La cucina norvegese non è famosa per i sapori speziati e i colori vivaci, ma ciò non significa che ci siano gusti banali!

Dal pesce maleodorante al formaggio granuloso, a parti di carne insolite – sono questi i cibi che non avresti mai pensato di voler assaggiare.

Innanzitutto: non possiamo parlare di cucina norvegese senza menzionare il pesce. Ma c’è molto di più oltre a salmone e merluzzo fresco.

Come ad esempio lo stoccafisso. Lo chiamiamo tørrfisk, e non ha proprio un buon odore – ma noi diciamo che è il profumo dei soldi, dato che è il pesce su cui si è costruita la Norvegia.

Lo skrei, o merluzzo artico migratore, non viene salato ma asciugato al vento e al sole su gigantesche rastrelliere di legno alle Lofoten e in altre zone della Norvegia settentrionale.

Puoi gustarlo grigliato, lessato o al forno. Sotto forma di sottili fettine essiccate il tørrfisk è uno snack sano e popolare – piace anche ai cani!

Non è sufficiente come sfida?

Allora prova il lutefisk.

Nessuno sa come a qualcuno sia venuta l’idea, ma il lutefisk è stoccafisso trattato con acqua e soda caustica. Sì, la stessa sostanza che si usa nelle batterie e nei saponi.

Il gusto è migliore di quanto si possa pensare, e il lutefisk è in effetti un tipico piatto di Natale in Norvegia, servito con pancetta e acquavite.

Questo ha un aspetto piuttosto innocuo – non credi? Pensaci bene.

I nostri formaggi tradizionali a lunga stagionatura sono decisamente forti! Come questo gamalost (ha l’aspetto del pane) o il pultost (sembra risotto).

Per farli usiamo latte scremato cagliato, il che dovrebbe darti un’idea del loro sapore.

Negli ultimi anni la rivoluzione del formaggio norvegese ci ha regalato molte saporite novità, come il premiato formaggio erborinato Kraftkar.

E potrebbe sembrare banale, ma non puoi venire in Norvegia senza assaggiare il nostro amato formaggio marrone. È praticamente un tesoro nazionale.

Riesci a indovinare cosa si prepara qui?

Una dritta: andiamo a testa alta della nostra specialità gastronomica più strana.

Esatto, parliamo proprio di testa.

Smalahove (testa di pecora) è un’antica tradizione che sopravvive ancora, specialmente nella Norvegia dei fiordi.

Sappiamo che l’aspetto non aiuta ... perfino un duro come il famoso chef Gordon Ramsay è stato messo alla prova quando è stato a Voss.

P.S.: se vuoi alzare il livello della sfida vai in uno dei locali che servono come contorno ... ‘i gioielli’ della pecora.

Ma non preoccuparti se ti fa un po’ senso. Puoi assaggiare la pecora anche nello stufato di agnello fårikål.

In vena di festeggiare? Prova un piatto tipico del Natale in Norvegia, pinnekjøtt, costolette di montone salate ed essiccate.

Un altro piatto tradizionale sono i canederli alla norvegese. I nostri gnocchi di patate hanno nomi diversi a seconda di dove li mangi.

Se esci a cena nella Norvegia dei fiordi o nella Norvegia meridionale, tieni presente questi nomi: raspeball, ball, potetball o komle. Sono davvero buoni – specialmente accompagnati da bacon e un bicchiere di latte.

E si vede che sono tutti piatti fatti col cuore! La selvaggina norvegese è davvero superba, inoltre nella cultura sami si utilizzano tutte le parti della renna.

Compreso il cuore, che viene spesso servito affumicato o essiccato.

I veri foodies ameranno scoprire tutte le prelibatezze gastronomiche della cucina artica.

O magari ti attira di più provare una versione tutta norvegese del famoso pollo fritto alla KFC?

È la lingua di merluzzo fritta, una prelibatezza!

Ecco il prossimo: pesce fermentato.

È un altro esempio di come i norvegesi sono stati creativi in passato, quando era indispensabile conservare quanto più cibo possibile.

Rakfisk è la trota fermentata e questo piatto ha perfino il proprio festival: l’annuale Norsk Rakfiskfestival.

Alcuni pesci possono essere fatti fermentare per anni, con tanto di sangue e interiora.

Quando si prepara il gammelsaltasei (traducibile con “merluzzo nero vecchio salato”), saltiamo la fase di eviscerazione del pesce prima del processo fermentativo.

Se il pesce fermentato ti sembra troppo da affrontare, prova invece il gravlaks.

Il salmone viene marinato anziché fermentato, e ha un gusto più delicato.

Abbiamo poi quest’altra abitudine particolare: ci piacciono le uova di merluzzo fritte o affumicate.

La qualità che amiamo di più sono le uova di merluzzo affumicate in tubetto, il kaviar.

Anche se il caviale norvegese non è altrettanto ricercato del raffinato Caviale Beluga, noi di certo lo amiamo. La prossima volta che fai colazione in hotel provalo su una fetta di pane, magari con le uova sode.

Spesso definita “l’argento del mare” l’aringa è stata per molti paesi una fonte di reddito indispensabile.

In Norvegia dedichiamo a questo pesce numerosi festival gastronomici in giro per il paese.

E adoriamo l’aringa in salamoia, che chiamiamo sursild! Ne vengono anche prodotte alcune varietà esclusivamente per Natale.

Altre delicatezze dall’oceano sono ricci di mare, olio di fegato di merluzzo, alghe marine, e cervello di scorfano atlantico.

Hai ancora fame? Pianifica un viaggio gustoso attraverso la Norvegia con ricette e storie da tutto il paese.

Scopri Il Libro di cucina norvegese

Cosa ne pensano gli altri dei nostri cibi strani

Da smalahove e pinnekjøtt a lutefisk e raspeball – guarda cosa succede quando Gordon Ramsay esplora la cucina norvegese, o quando all’Ambasciata Americana a Oslo provano i nostri piatti di Natale.

Tutti i sapori della Norvegia

Da ristoranti Michelin ad accoglienti caffè – usa il menu per trovare il posto ideale dove andare a mangiare.

Approfitta delle migliori offerte

Ecco una selezione di operatori per organizzare al meglio il tuo viaggio.

Ultime pagine visualizzate