Skip to main content

RICETTA:
Pinnekjøtt

Costolette stagionate di agnello con purè di tuberi e radici

Per molti norvegesi non c’è Natale senza pinnekjøtt!

Questo piatto di carne d’agnello è sinonimo di cena in famiglia, bei momenti insieme e la gioia che le festività natalizie portano con sé…

… specialmente per la gente della Norvegia dei fiordi!

Qui infatti c’è una forte tradizione di servire il pinnekjøtt alla cena di Natale. Ben il 76% lo sceglie per la cena della Vigilia, che in Norvegia è il momento centrale dei festeggiamenti, più del pranzo del giorno di Natale.

Non sorprende quindi che le magnifiche valli e la zona dei fiordi in questa regione della Norvegia siano ideali per l’allevamento ovino.

Il gusto unico del pinnekjøtt è il risultato dell’antico metodo di conservazione di salare ed essiccare la carne.

Mentre il nome pinnekjøtt (letteralmente “carne su rami”) si ritiene si riferisca ai rametti di betulla su cui viene appoggiata la carne durante la cottura, oppure al fatto che le costolette assomiglino a dei bastoncini.

In Norvegia il pinnekjøtt viene tradizionalmente preparato tramite salatura ed essiccazione, ma talvolta anche affumicatura, e i norvegesi amano discutere su quale sia la versione migliore!

Prova a preparare anche tu questa ricetta della tradizione:

Pinnekjøtt e purè di tuberi e radici

Ingredienti

(per 5 porzioni)

2 kg di costolette di agnello salate ed essiccate

Purè di tuberi e radici:

1.25 kg di rutabaga (rapa svedese o cavolo navone)

2 carote

1 patata

3 cucchiai di burro

100 ml di panna

2 cucchiaini di sale

1/2 cucchiaino di pepe

Preparazione

1. Servono circa 400 g di costolette di agnello per persona. La carne deve venire tagliata prima di essere messa in ammollo in acqua fredda. Ricopri completamente le costolette di abbondante acqua fredda e lascia riposare a temperatura ambiente per circa 30 ore. Ricorda di cambiare l’acqua una volta a metà di questo periodo di tempo.

2. Metti un cestello di metallo per la cottura a vapore o dei rametti di betulla (senza corteccia) sul fondo di una grossa pentola (come quella per le aragoste). Aggiungi acqua fino a raggiungere il cestello o coprire i rametti. Appoggia sopra le costolette di agnello e copri con il coperchio. Porta l’acqua a bollore, abbassa la temperatura e fai cuocere a vapore l’agnello a 85-95 gradi per circa 3 ore, o finché la carne non si stacca bene dall’osso. Controlla che l’acqua non evapori completamente: ci deve sempre essere acqua nella pentola.

3. Pela patata, carote e rutabaga. Tagliali a pezzetti e falli bollire in acqua leggermente salata fino a che siano morbidi. Scola l’acqua e schiaccia le verdure.

4. Aggiungi burro e panna nel purè. Aggiusta con sale e pepe a piacere. Per un tocco in più si può aggiungere anche della noce moscata.

Buon Natale!

Fonte: Matprat.no

Il pinnekjøtt è un piatto con una lunga tradizione, ma ciò non significa che tu non possa provare a fare altri abbinamenti o utilizzarlo come base per altre ricette!

Provalo come hamburger con salsa barbecue, o con il riso. Squisito!

Il Libro di cucina norvegese

Approfitta delle migliori offerte

Ecco una selezione di operatori per organizzare al meglio il tuo viaggio.

Ultime pagine visualizzate