Skip to main content

RICETTA:
Bacalao
Baccalà norvegese

Pensi che il nome della ricetta non suoni molto norvegese? Infatti!

Quando i commercianti iniziarono a esportare il baccalà (merluzzo essiccato e salato) dalla Norvegia verso i paesi dell’Europa meridionale a metà del XVII secolo, ricevettero in cambio spezie e una vivace cultura.

Incluso il piatto chiamato bacalao (dal termine spagnolo e portoghese che indica il merluzzo).

Oggi il bacalao in Norvegia viene tradizionalmente servito nelle feste ed è un piatto che resta strettamente legato a certe zone della costa, specialmente la regione di Møre nel Nordovest dei fiordi.

Ci sono molte ricette per il bacalao. Quelle con il pomodoro sono le più popolari in Norvegia.

Decisamente merita un assaggio!

Bacalao – Baccalà norvegese

Ingredienti

(per 6 persone)

1 kg di baccalà dissalato e ammollato

1 kg di cipolle

1 kg di patate

2 peperoncini rossi

4 spicchi d’aglio

3 lattine di polpa di pomodoro a pezzi

4 foglie di alloro

30 olive nere

300 ml di olio di oliva

2 cucchiai di prezzemolo tritato

Preparazione

1. Priva il baccalà della pelle e delle lische e taglialo a pezzi di circa 2 cm.

Nota: se ammolli tu il baccalà considera che il suo peso aumenterà di circa il 35%. Puoi anche comprare il baccalà già ammollato nelle pescherie e nei negozi ben forniti. Calcola circa 250 grammi per porzione.

2. Taglia le patate e le cipolle in fette spesse circa ½ cm.

3. Disponi il pesce, le patate e le cipolle in una grossa pentola (uno strato alla volta per ciascun ingrediente).

4. Dividi i peperoncini a metà nel senso della lunghezza, togli i semi e tagliali finemente (utilizza anche i semi se vuoi rendere il baccalà più piccante). Trita l’aglio grossolanamente e mettilo nella pentola insieme a foglie di alloro, peperoncini, olive, pomodoro e olio di oliva. Porta a bollore, abbassa la fiamma e copri. Fai cuocere a fuoco dolce per circa 1 ora. Aggiungi sale e pepe a piacere. Guarnisci con il prezzemolo tritato appena prima di servire.

Anche se questo è un piatto che può essere servito da solo, molti amano accompagnarlo semplicemente con del pane fresco.

L’industria del baccalà ha giocato un ruolo importante nello sviluppo di Ålesund e di Kristiansund, la “città del baccalà” sulla costa di Møre.

Entrambe le cittadine vanno molto orgogliose del loro famoso prodotto di esportazione e della sua storia.

A Kristiansund puoi visitare il Museo norvegese del baccalà e potrai anche partecipare al festival annuale del baccalà, Klippfiskfestivalen, che solitamente si svolge a giugno.

Ålesund ospita il ristorante di baccalà più grande d’Europa, che serve oltre 20 tonnellate all’anno di questo delizioso merluzzo!

Qui potrai assaggiare diverse versioni di bacalao, inclusa quella tradizionale al pomodoro.

Una curiosità!

Il bacalao viene spesso preparato anche con lo stoccafisso, comune nella Norvegia settentrionale.

Ogni anno, tra febbraio e aprile, centinaia di pescherecci si radunano nella zona intorno alle isole Lofoten e Vesterålen, quando il merluzzo artico migratore chiamato skrei vi arriva per riprodursi.

Mentre il baccalà tradizionalmente veniva salato e poi fatto essiccare su rocce lisce in riva al mare (oggi viene fatto al chiuso), nella Norvegia settentrionale per fare lo stoccafisso lo skrei viene messo ad essiccare su enormi rastrelliere all’aria aperta.

Nella Norvegia settentrionale infatti l’aria salmastra, i forti venti e il clima freddo forniscono le condizioni perfette per la conservazione dello skrei.

Ricette di pesce

Prepara il bacalao, i lefse con salmone e altri gustosi piatti di pesce e frutti di mare della Norvegia.

Il Libro di cucina norvegese

Approfitta delle migliori offerte

Ecco una selezione di operatori per organizzare al meglio il tuo viaggio.

Ultime pagine visualizzate