Skip to main content

Grazie a chef ambiziosi e alle incredibili materie prime locali Trondheim si è trasformata in un importante centro gastronomico. Live Krangnes Edvardsen, una giovane e talentuosa chef di Credo, ristorante stellato Michelin, ci offre un assaggio della Regione europea della gastronomia 2022.

“Anche se svolgo questa professione solo da un paio di anni ho notato come i ristoranti di questa città abbiano portato l’esperienza culinaria a un livello totalmente nuovo. È veramente fantastico far parte di questo viaggio,” dice Live.

Trondheim si è davvero trasformata in una meta gastronomica d’eccellenza in Norvegia. Grazie ai suoi appassionati agricoltori e agli chef innovativi Trondheim e la regione del Trøndelag hanno ottenuto riconoscimento internazionale come Regione europea della gastronomia nel 2022.

Trondheim si definisce “Patria dei sapori nordici”, ma in questa vivace cittadina troverai qualsiasi tipo di cucina. Se sei in cerca di raffinati sapori nordici puoi provare uno dei suoi tre ristoranti Michelin. O magari hai voglia dei dolci appena sfornati di una delle migliori pasticcerie della città? Trondheim è piena di sorprese.

Questa città storica proprio al centro della Norvegia è ricca di interessanti mete culturali. Abbiamo chiesto alla chef Live di mostrarci le tre attrazioni culturali che preferisce. Ecco il primo posto che secondo lei non dobbiamo perderci:

Il triangolo culturale di Live

In bellissima posizione accanto al fiume Nidelven c’è lo Streif Bakery & Café, spesso definito il piccolo segreto di Trondheim. Nonostante si trovi nel quartiere di Midtbyen, nel cuore della città, questo bar è nascosto in un angolo tranquillo.

Lo Streif Café è all’interno del Nidaros Pilgrim Center, un centro di accoglienza dei pellegrini che hanno percorso il famoso Cammino di St. Olav.

Da dolce a salato

Il viaggio culinario di Live è iniziato con i dolci e le torte nella casa dove è cresciuta a Surnadal, un piccolo villaggio a circa due ore da Trondheim.

“Il mio progetto era in effetti di diventare una pastry chef. Quasi ogni giorno preparavo dei dolci per i miei compagni di classe, anche se io preferisco i cibi salati. Penso che questo interesse sia nato grazie a mia nonna, che ci preparava sempre dei dolci fatti in casa quando andavamo a trovarla. Anche il resto della mia famiglia ha avuto una parte importante nel percorso che ho intrapreso,” spiega Live. 

A sedici anni Live ha frequentato la scuola di cucina a Trondheim ed è entrata come apprendista al prestigioso ristorante Credo, lo stesso dove oggi è una degli chef.

Una città sulla guida Michelin

Credo era uno dei tre ristoranti stellati Michelin di Trondheim, ma ora il rinomato ristorante si è trasferito nella Biblioteca Nazionale di Norvegia a Oslo.

Fagn è un altro ristorante stellato ed è situato in centro città. Al piano terra potrai scegliere tra un menu degustazione da 10 o da 20 portate, mentre nel bistro al piano superiore vengono serviti piatti più semplici (ma sempre fantastici!).

“Quando non lavoro al ristorante mi piace uscire a mangiare in città. Trondheim ha tanti ottimi ristoranti e bar. La pasticceria-croissanteria Moulangerie vale una sosta: è specializzata nella preparazione dei croissant e sono veramente deliziosi,” afferma Live.

Prenditi allora un caffè e un croissant alla pasticceria e segui Live mentre ti conduce alla prossima attrazione culturale.

La cattedrale fu costruita sopra la tomba di sant’Olav, il re vichingo che introdusse il Cristianesimo in Norvegia. Nel Medioevo era la meta di pellegrinaggio più importante del nord Europa ed è tuttora una destinazione apprezzata da pellegrini provenienti da tutto il mondo.

Puoi percorrere il sentiero storico, il Cammino di St. Olav, per tutto il tragitto da Oslo fino alla cattedrale di Trondheim, oppure scegliere delle tratte più brevi lungo il percorso. Il pellegrinaggio a Nidaros è una tradizione millenaria e molti compiono ancora il tradizionale rito, quando arrivano, di camminare per tre volte intorno alla cattedrale.

“Mi ricordo di quando da piccola venivo in visita alla cattedrale e facevamo un tour guidato dei sotterranei e della cripta. Quella per me era una delle parti più memorabili,” racconta Live.

Puoi accedere con una guida ai sotterranei e alla cripta. Vedrai la più grande collezione della Norvegia di tombe medievali, oltre a uno scheletro risalente alla seconda metà dell’XI secolo.

Il Britannia offre 233 camere per un’esperienza a cinque stelle. L’hotel fu fondato nel 1870 e la ristrutturazione dell’intero edificio nel 2019 lo ha trasformato in un albergo ancora più prestigioso.

Il Britannia viene spesso definito “il cigno bianco di Trondheim” per via della facciata del palazzo.

“Questo hotel emana lusso e anche l’edificio in sé è molto elegante,” dice Live.

Molti personaggi famosi hanno pernottato in questo hotel, tra cui l’esploratore artico norvegese Fridtjof Nansen. Nel 1896, dopo la sua spedizione nell’Artico settentrionale, egli scelse di fare un resoconto alle società artiche mondiali qui al Britannia Hotel:

Segui i passi di Nansen e assaggia qualcosa di delizioso in uno dei sei bar e ristoranti dell’hotel.

Il ristorante stellato Michelin Speilsalen è gestito dallo chef Christopher Davidsen, World Champion Chef e medaglia d’argento al Bocuse d’Or. Se ci vai di sabato potrai concederti uno ‘champagne lunch’ con uno speciale menu di 4 portate.

“Anche Palmehaven è un ristorante incredibile,” prosegue Live.

Itinerari culturali

Esplora le attrazioni culturali consigliate da Live

Continua a leggere

Approfitta delle migliori offerte

Ecco una selezione di operatori per organizzare al meglio il tuo viaggio.

Ultime pagine visualizzate