AVVISO PER CHI VIAGGIA! Informazioni importanti sulla situazione per il coronavirus in Norvegia
Dynamic Variation:
Offers
x

There was not an exact match for the language you toggled to. You have been redirected to the nearest matching page within this section.

Choose Language
Toggling to another language will take you to the matching page or nearest matching page within that selection.
Search & Book Sponsored Links
Search
or search all of Norway

Road trip gastronomico

I sorprendenti sapori della Norvegia

Foodie road trip .
Photo: Visitnorway.com / Trigger Oslo AS / Giants&Toys
Foodie road trip .
Photo: Visitnorway.com / Trigger Oslo AS / Giants&Toys

Roba squisita - da leccarsi le dita!

Cosa succede quando una chef indiana cucina il curry con la carne di renna, o quando una pasticciera inglese deve mungere una mucca per fare una torta?

Segui il nostro gustosissimo viaggio e scoprilo!

Foodie road trip .
Photo: Visitnorway.com / Trigger Oslo AS / Giants&Toys
Foodie road trip .
Photo: Visitnorway.com / Trigger Oslo AS / Giants&Toys

Quali sono i risultati della ricerca se provi a googlare ‘cibi norvegesi’? Certamente ti farai un’idea solo parziale! È vero, abbiamo i nostri piatti tradizionali con nomi strani, come smalahove (testa di pecora), brunost (formaggio marrone) e fårikål (stufato di agnello) – ma il nostro paese ha molto di più da offrire, specialmente se vuoi mangiare le specialità freschissime del territorio.

E i gourmet lo vogliono. Per questo Visit Norway ha invitato in Norvegia la blogger americana Tinger Hseih, la pasticciera inglese Benjamina Ebuehi e la chef indiana Maunika Gowardhan, per assaggiare alcuni dei nostri cibi più sostenibili. Hanno anche potuto aggiungere il loro tocco a deliziosi piatti preparati con ingredienti locali.

“Non ho molta familiarità con il coltivare o raccogliere direttamente i miei prodotti. Vedere come passano dalla fattoria alla tavola, o dal mare alla tavola, sarà un’esperienza davvero interessante”, dice Tinger all’inizio del viaggio.

E cosa c’è di più straordinario che immergersi a pescare i ricci di mare e mangiarli appena raccolti?

Frutti di mare freschissimi

Per essere introdotte ai frutti di mare norvegesi le tre blogger hanno incontrato delle persone locali che raccolgono veri tesori come cozze, ricci di mare e scampi (le aragoste norvegesi). Alcune di queste prelibatezze arrivano fino a ristoranti stellati Michelin.

“Ho rischiato la vita per voi, ragazze”, scherza Tinger offrendo un riccio che ha appena raccolto sul fondo del mare.

Mentre indossa ancora la muta lo apre e tutte ne assaggiano un po’. L’espressione sulle loro facce dice tutto – guarda tu stesso!

Guarda tutta la storia dopo la ricetta.

I sapori selvatici dalle montagne

Uno dei primi posti in Norvegia ad abbracciare l’idea della forza dei cibi locali è stata la zona di Røros, che ora conta quasi 30 produttori. Sono specializzati in tutto, da latte, yogurt e carni essiccate a premiati formaggi.

Benjamina, Maunika e Tinger sono andate a far visita agli allevatori di renne a Rørosrein per saperne di più sull’importanza della renna nella cultura e tradizione dei Sami. Hanno anche potuto capire perché così tante persone, dalle semplici famiglie ai critici gastronomici, apprezzano il gusto della selvaggina.

Durante la loro visita la chef Maunika ha aggiunto nella pentola delle spezie esotiche e ha preparato un curry di renna. Le aspettative si sono alzate mentre spiegava la storia che sta dietro al contorno: chutney di camemoro o lampone artico.

“Si dice che scoppiassero guerre a causa di queste bacche”, racconta Maunika.

C’è tanto di cui mostrarsi all’altezza, quindi è ora di vedere se i sapori di montagna speziati hanno fatto colpo sulle altre blogger.

Guarda tutta la storia dopo la ricetta.

Dalla fattoria alla tavola

Uova di galline ruspanti, latte in abbondanza, burro e formaggi dolci – abbiamo molto per cui ringraziare galline, capre e mucche. Che in Norvegia in cambio ricevono delle ben meritate vacanze estive. No, non stiamo scherzando – hanno le vacanze obbligatorie, perché animali sani e felici sono la chiave per avere prodotti d’eccellenza.

Qui in Norvegia gli allevatori forniscono i loro prodotti a negozi alimentari e ristoranti. Alcuni hanno anche delle botteghe della fattoria dove puoi comprare prodotti come uova, latte e burro.

Da pasticciera e autrice di ricette Benjamina utilizza molti di questi ingredienti per preparare le sue torte. Ma durante la visita alla fattoria Fannremsgården ha dovuto fare qualcosa che non aveva mai fatto prima. Procurarsi latte e uova direttamente alla fonte. In questo caso dalle simpatiche galline e da una mucca di nome Dotty.

“Ma come fai a mungere la mucca senza darle fastidio e senza farti colpire in faccia?” chiede la ragazza all’allevatore Jon Fredrik.

Egli gestisce Fannremsgården da anni e fornisce la maggior parte del latte a Credo, ristorante stellato Michelin a Trondheim. Ha fatto vedere alle blogger come si munge una mucca.

Anche Benjamina ci ha provato – ma, come puoi vedere nel video, non è così facile come sembra …

Guarda tutta la storia dopo la ricetta.

Scopri le pagine instagram delle blogger

Tinger: dashofting
Maunika: cookinacurry
Benjamina: bakedbybenji

Ricetta del pan di spagna di Benjamina

Ingredienti

Torta:
225 g di burro non salato (artigianale)
225 g di zucchero bianco
3 uova medie di galline ruspanti (di giornata)
3 cucchiaini di lievito in polvere
275 g di farina per tutti gli usi
1 cucchiaino di cardamomo in polvere
1 baccello di vaniglia
80 ml di latte intero (da Dotty)

Farcitura:
250 g di camemori, freschi o surgelati
50 g di zucchero bianco
1 cucchiaio di succo di limone
250 ml di panna intera (montata)

Guarnizione:
zucchero a velo (quanto basta)

Preparazione

Preriscalda il forno a 180°C. Prepara due tortiere rotonde (circa 20,5 cm di diametro) rivestendo il fondo con carta da forno e imburrando i bordi.

Setaccia la farina insieme a lievito in polvere e cardamomo in una piccola ciotola e tienila da parte.

In una grossa ciotola monta insieme il burro e lo zucchero fino a ottenere una crema chiara e soffice.

Amalgama le uova una alla volta, mescolando bene dopo ognuna. Aggiungi la vaniglia. Incorpora metà della miscela di farina e mescola delicatamente fino ad ottenere un composto morbido. Unisci il latte e la restante farina.

Versa l’impasto uniformemente nelle tortiere e inforna per 20–25 minuti. Togli dal forno e fa raffreddare su una gratella.

Per la farcitura metti in un pentolino i camemori, lo zucchero, acqua e succo di limone e porta a bollore. Abbassa la fiamma e mescola frequentemente per 6–8 minuti fino a quando la marmellata si addensa. Trasferiscila in una ciotola e lasciala raffreddare completamente.

Per assemblare la torta metti un pochino di panna al centro del piatto di portata e appoggia una delle torte. Ricopri di panna montata tutta la superficie e aggiungi la marmellata di camemori. Appoggia sopra l’altra torta e spolverizza di zucchero a velo.

Benjamina's spongecake .
Photo: Visitnorway.com / Trigger Oslo AS / Giants&Toys
Benjamina's spongecake .
Photo: Visitnorway.com / Trigger Oslo AS / Giants&Toys
Benjamina's spongecake .
Photo: Visitnorway.com / Trigger Oslo AS / Giants&Toys
Benjamina's spongecake .
Photo: Visitnorway.com / Trigger Oslo AS / Giants&Toys

Ricetta del pan di spagna di Benjamina

Torta:
225 g di burro non salato (artigianale)
225 g di zucchero bianco
3 uova medie di galline ruspanti (di giornata)
3 cucchiaini di lievito in polvere
275 g di farina per tutti gli usi
1 cucchiaino di cardamomo in polvere
1 baccello di vaniglia
80 ml di latte intero (da Dotty)

Farcitura:
250 g di camemori, freschi o surgelati
50 g di zucchero bianco
1 cucchiaio di succo di limone
250 ml di panna intera (montata)

Guarnizione:
zucchero a velo (quanto basta)

Preparazione
Preriscalda il forno a 180°C. Prepara due tortiere rotonde (circa 20,5 cm di diametro) rivestendo il fondo con carta da forno e imburrando i bordi.

Setaccia la farina insieme a lievito in polvere e cardamomo in una piccola ciotola e tienila da parte.

In una grossa ciotola monta insieme il burro e lo zucchero fino a ottenere una crema chiara e soffice.

Amalgama le uova una alla volta, mescolando bene dopo ognuna. Aggiungi la vaniglia. Incorpora metà della miscela di farina e mescola delicatamente fino ad ottenere un composto morbido. Unisci il latte e la restante farina.

Versa l’impasto uniformemente nelle tortiere e inforna per 20–25 minuti. Togli dal forno e fa raffreddare su una gratella.

Per la farcitura metti in un pentolino i camemori, lo zucchero, acqua e succo di limone e porta a bollore. Abbassa la fiamma e mescola frequentemente per 6–8 minuti fino a quando la marmellata si addensa. Trasferiscila in una ciotola e lasciala raffreddare completamente.

Per assemblare la torta metti un pochino di panna al centro del piatto di portata e appoggia una delle torte. Ricopri di panna montata tutta la superficie e aggiungi la marmellata di camemori. Appoggia sopra l’altra torta e spolverizza di zucchero a velo.

Benjamina's spongecake .
Photo: Visitnorway.com / Trigger Oslo AS / Giants&Toys
Benjamina's spongecake .
Photo: Visitnorway.com / Trigger Oslo AS / Giants&Toys

Guarda tutte le storie

Dalla pesca dei ricci di mare all’allevamento delle renne, alla mungitura di una mucca – non perderti le tradizioni che stanno dietro i deliziosi prodotti che hanno assaggiato Tinger, Maunika e Benjamina.

Scopri le pagine instagram delle blogger

Tinger: dashofting
Maunika: cookinacurry
Benjamina: bakedbybenji

Parti per un viaggio gastronomico attraverso la Norvegia con Vy express! Pernotta in alcune delle più belle fattorie della Norvegia o scegli una delle più originali proposte di ospitalità del paese.

Trova l’ispirazione

La Norvegia ha molti altri sapori che tenteranno il tuo palato.

Approfitta delle migliori offerte

Guarda la nostra selezione di operatori di fiducia che lavorano con impegno per accontentarti.

I sapori della Norvegia

Your Recently Viewed Pages

Torna su