Dynamic Variation:
Offers
x

There was not an exact match for the language you toggled to. You have been redirected to the nearest matching page within this section.

Choose Language
Toggling to another language will take you to the matching page or nearest matching page within that selection.
Search & Book Sponsored Links
Search
or search all of Norway
Designer Kristine Five Melvær standing in front of her own designer lamps called Spring
Kristine Five Melvær.
Photo: Erik Five Gunnerud / Norwegian Design Council
Campaign
Course
Event
Partner
Media
Meetings
Travel Trade
Ad

Designer norvegesi emergenti si stanno facendo notare, mentre vengono riscoperte le icone classiche. Illuminazione, impermeabili, capi in lana e perfino i passaporti sono alcuni degli oggetti di design norvegese che stanno attirando l’attenzione internazionale.

“Stile scandinavo”. Non serve avere una laurea in design o essere abbonati alle migliori riviste del settore per aver già sentito questa espressione.

Il termine design scandinavo apparve e divenne comune negli anni '50, quando i designer della Norvegia e dei paesi limitrofi iniziarono a far conoscere in tutto il mondo i loro prodotti, caratterizzati da minimalismo e funzionalità.

I norvegesi non sono forse stati altrettanto abili o smaniosi quanto i loro vicini svedesi e danesi nel promuovere le loro icone del design del dopoguerra. Ma potrebbe essere visto come un vantaggio: la nuova generazione di designer è ora in grado di esprimersi più liberamente, senza doversi costantemente confrontare con il passato.

Già in molti stanno ottenendo riconoscimento internazionale. Lavorano con stili differenti, ma il filo conduttore è la volontà di sperimentare e mettersi in gioco.

Dove la natura incontra il minimalismo

Molti dei designer norvegesi lavorano ora pensando al mercato internazionale, ispirandosi alle tendenze globali. Ciò significa che è difficile dare una definizione del design norvegese, anche se ci sono elementi riconoscibili come le forme ispirate alla natura, le linee eleganti e la luce.

Anche la natura norvegese, il clima e lo stile di vita hanno lasciato la loro impronta sul lavoro di molti designer. Non è certo un caso che alcuni dei più rinomati marchi di abbigliamento negli ultimi anni abbiano prodotto impermeabili e caldi indumenti di lana. Producono vestiti per gente comune con il senso dello stile, mentre è meno comune trovare abbigliamento di alta moda di stilisti norvegesi. I designer norvegesi hanno prodotto molto nel settore delle lampade e dell’illuminazione, piuttosto naturale considerando gli inverni lunghi e bui.

La Norvegia ha anche un vasto settore pubblico, e alcune delle opere di design più interessanti degli ultimi anni sono state realizzate per enti governativi. Le nuove banconote, disegnate da Snøhetta e The Metric System, sono state accolte già come un classico.

Lo stesso vale per il restyling del passaporto norvegese con colori freschi e immagini stilizzate dei paesaggi naturali della Norvegia.

“Se il passaporto è un simbolo di identità nazionale, il nuovo design di quello norvegese ha indubbiamente consolidato la fama del paese come terra di elegante bellezza minimalista”, scrive il quotidiano britannico The Guardian.

“Il design norvegese rende la vita migliore”

Il norvegese Andreas Engesvik ritiene che la poesia possa migliorare il design. È un designer noto a livello internazionale di mobili, oggetti per la tavola e altro design industriale per una gran varietà di marchi tra cui Iittala, Muuto, Fontana Arte, Ligne Roset e Asplund. Il suo studio ha sede in centro a Oslo. .

Andreas Engesvik
Andreas Engesvik.
Photo: Siren Lauvdal

Cosa rende unico il design norvegese?
“Io credo che il design norvegese sia in un certo senso libero e più poetico dei suoi corrispettivi scandinavi. D’altra parte è indiscutibilmente radicato nelle forti tradizioni del design scandinavo, oggi diventato più importante che mai.”

Che ruolo gioca il design norvegese a livello internazionale?
“Viviamo in un’epoca di rapidi cambiamenti, che fortunatamente ci costringe a pensare in modo nuovo. Le soluzioni di design prodotte da questa nostra parte del mondo cercano di risolvere le sfide. Credo anche fermamente che Oslo sia un’arena ideale per l’innovazione e il design.

Qual è la forza principale alla base del design norvegese?
“Io penso che il design qui nasca da uno stile di consumi più sano. Una tendenza che diventerà dominante nell’immediato futuro.”

Da cosa si nota questo cambiamento?
“Per me il miglior indicatore di questo boom nel design norvegese è che talvolta mi ritrovo a perdere il conto dei molti nomi emergenti. Per la prima volta da molti anni c’è una comunità di designer norvegesi solida e in rapida crescita.”

Dove vai per tenerti aggiornato in fatto di design?
“Mi piace andare di frequente da Norway Designs, un raffinato negozio tradizionale con un mix di pezzi classici insolitamente ben curato, ma anche di prodotti su piccola scala opera di nuovi talenti.”

Qual è stato il tuo miglior acquisto in assoluto?
“Potrei dire che sia stato la sedia Ekstrem che avevo a casa mia. Ekstrem, progettata nel 1972 da Terje Ekstrøm, è un pezzo indipendente di arredamento disegnato pensando a numerose inimmaginabili associazioni, un vero capolavoro nella storia del design norvegese, e anche divertente da utilizzare.”

Riassumendo, cosa ci si può aspettare dal design norvegese?
“Innanzitutto possiede la solidità, la funzionalità, e anche la capacità di far si che le persone si attacchino emozionalmente all’oggetto prima che si rompa.”

Il punto di vista di una designer norvegese

“Credo che i designer norvegesi abbiano un grande senso di libertà nello sviluppare nuovi progetti. Rispetto agli altri paesi nordici ci manca una forte industria nazionale, che altrimenti farebbe da piattaforma unificante ma al tempo stesso limitante della creatività.”

“Il fatto che molti designer cerchino partner al di fuori della Norvegia potrebbe indicare una tendenza dei singoli a coltivare i punti di forza, gli interessi e le espressioni personali, aiutando così ad espandersi il già ricco e ampio settore del giovane design norvegese”, dice Kristine Five Melvær, premiata designer di oggetti per la tavola, illuminazione, mobili, tessili e grafica.

Kristine Five Melvær
Kristine Five Melvær.
Photo: Erik Five Gunnerud

Impermeabili eleganti e alta moda

La Norvegia ha un gran numero di designer che operano nel settore dell’alta moda. Molti di questi vengono venduti nei più importanti fashion store in città come New York, Tokyo e Parigi.

Norwegian Rain e Swims sono marchi di abbigliamento impermeabile di classe, mentre Holzweiler produce una collezione unica di sciarpe in cachemire, seta e lana. L'importanza delle stagioni in Norvegia è sottolineata da un marchio chiamato Fall Winter Spring Summer che produce abbigliamento femminile con un'estetica scandinava senza pretese che bilancia perfettamente femminilità e mascolinità.

Un altro marchio di moda femminile, byTiMo, crea abiti ispirati allo stile vintage, mentre Line of Oslo si concentra su un abbigliamento confortevole per donne con uno stile di vita impegnato.

La marca Johnnylove di Trondheim è un esempio del fatto che succedono cose molto interessanti anche al di fuori di Oslo.

Un design per la vita

Quando si parla del termine “design” è facile pensare all’arredamento o a prodotti elettronici. Tuttavia si pone sempre più attenzione a istituti come la Scuola di Architettura e Design di Oslo per il ruolo che i designer possono svolgere nella soluzione di problemi della società in generale, sia nel settore pubblico che privato.

Come può un designer aiutare a ridurre le emissioni e contribuire a una società sostenibile? O creare spazi pubblici dove i bambini possano giocare e muoversi in libertà? Un esempio di cui si è parlato molto è stato quando un team di designer ha collaborato con l'Ospedale dell’Università di Oslo riguardo al processo di diagnosi del cancro, e il progetto è riuscito a ridurre il tempo di attesa da 12 settimane a sette giorni.

L'istituto di design presso la Scuola di Architettura e Design di Oslo è oggi considerato tra i migliori al mondo, e al Centro Norvegese per il Design e l'Architettura (DOGA) puoi partecipare a mostre, conferenze e altri eventi che promuovono il buon uso del design e dell'architettura.

La top model Iselin Steiro e lo stile naturale

Per il suo video musicale “The Stars are out tonight”, David Bowie (1947-2016) chiese a Iselin Vollen Steiro di interpretare il ruolo di se stesso da giovane. Da quando la sua carriera è decollata nel 2003, è diventata famosa come top model internazionale, presente regolarmente su numerose passerelle, copertine di riviste e molto altro. Di recente Iselin ha studiato architettura ed è, tra le sue altre attività, comproprietaria di un marchio di moda norvegese.

È cresciuta a Harstad, una colorata cittadina costiera nella Norvegia settentrionale, è sposata con l’attore Anders Danielsen Lie, ed è nella lista "Icone dell’industria della moda" stilata dal sito di classifiche models.com.

Iselin Vollen Steiro
Iselin Vollen Steiro.
Photo: Dusan Reljin

Qual è la forza del design di moda norvegese all’interno della tradizione scandinava?
“È pulito, semplice, pratico ma comunque elegante e utilizza materiali tradizionali con una ricca storia. Il design resta fedele a questi materiali senza rinunciare all’innovazione.”

Quanto è essenziale questo stile naturale per la posizione che il design norvegese ha ora acquisito a livello internazionale?
“Io credo che il mondo là fuori guardi all’impronta del nostro design come naturale e, in una certa misura, vergine. I materiali tradizionali come la lana aiutano a rafforzare la Norvegia e il resto della Scandinavia come un marchio. La lana ha numerose qualità che i materiali high tech hanno tentato di imitare, come traspirabilità, isolamento e idrorepellenza.”

Iselin Vollen Steiro cita diverse attività emergenti sulla scena dei nuovi negozi di design in Norvegia tra i quali, con sede a Oslo, F5 in Øvre Slottsgate 5 con soltanto abbigliamento norvegese, Studio Bazaar in Louises gate 21, e il negozio di arredi Kollekted by in Rathkes gate 4 con la sua selezione molto curata di mobilio e oggetti di design. Se questi dovessero essere al momento chiusi, ci sono altri locali simili nelle vicinanze.

“L’identità locale è un valore aggiunto per i designer alla moda che scelgono materiali tradizionali”, afferma Iselin, che intende continuare ad accettare incarichi particolari come modella e attrice, e aiutare la comunità della moda a fare uso delle opportunità inesplorate.

Icone norvegesi - vecchie e nuove

Alla fine degli anni '60 la Norvegia scoprì il petrolio nel Mare del Nord, e questo potrebbe essere un fattore che spiega perché tutti gli altri settori industriali norvegesi, tra cui il design, passarono in secondo piano.

Tuttavia molto è stato fatto negli ultimi anni per porvi rimedio. Una mostra di grande successo, intitolata Icone norvegesi, è stata ospitata in città come Tokyo e New York esponendo oltre 500 opere di arte decorativa e mobili di lusso realizzati tra il 1940 e il 1975. Tra i designer rappresentati ci sono Torbjørn Afdal, Grete Prytz Kittelsen, Tone Vigeland, Fredrik Kayser e Sven Ivar Dysthe.

Se vuoi vedere o acquistare opere moderne di design norvegese, tra i produttori oggi più rinomati c'è il designer di lampade Northern Lighting, che si ispira alla semplicità scandinava e al carattere mutevole delle luci nordiche.

Tante cose interessanti stanno succedendo alla vetreria Hadeland Glassverknota per la bellezza del suo vetro soffiato a bocca e la sua tradizione di innovazione della produzione e del design, ma nel rispetto degli stessi metodi impiegati 250 anni fa.

Hadeland Glassverk
Hadeland Glassverk.
Photo: Hadeland Glassverk

Il New York Times ha dedicato nel 2015 un articolo ai talenti del design norvegese, e tra quelli menzionati c'erano Anderssen & Voll, la giovane ceramista Victoria Gunzler e i designer di mobili Sara Wright PolmarHallgeir Homstvedt e Runa Klock.

Anche se molti dei più famosi designer tradizionalmente sono stati uomini, fa piacere vedere sempre più designer donna affermarsi con forza in questo settore. Cerca ad esempio le opere firmate da designer come Ingrid AspenKristine Bjaadal e Silje Nesdal.

Your Recently Viewed Pages

Torna su