Dynamic Variation:
Book
Choose Language
Search & Book
Search
or search all of Norway
Kristine Five Melvær Kristine Five Melvær
Credits
Kristine Five Melvær.
Photo: Erik Five Gunnerud/Norwegian Design Council
Campaign
Partner
Ad

La natura incontra il minimalismo

Una nuova ondata di designer si stanno facendo notare, riscoprendo le classiche icone di stile. Illuminazione, impermeabili, capi in lana e passaporti sono alcuni degli oggetti che stanno attirando l‘attenzione del mondo.

«Stile scandinavo». Non serve una laurea in design per conoscere questa espressione.

Il termine design scandinavo fu coniato negli anni '50, quando i designer di Norvegia e paesi limitrofi fecero il giro del mondo con i loro prodotti, caratterizzati da minimalismo e funzionalità.

I norvegesi forse non sono stati al pari dei cugini svedesi e danesi nel promuovere le loro icone di design del dopoguerra. Ma questo potrebbe essere un vantaggio: i designer di nuova generazione sono ora in grado di esprimersi più liberamente, senza essere troppo legati al passato.

In tanti stanno già guadagnando il riconoscimento internazionale. Essi lavorano con formati multipli, ma il filo conduttore è la volontà di sperimentare e di innovare.

Molti dei designer norvegesi lavorano oggi pensando al mercato internazionale, ispirato dalle tendenze globali. Ciò significa che potrebbe essere difficile definire un design norvegese comune, anche se sono evidenti fattori come le forme ispirate alla natura e le linee eleganti.

La natura, il clima e lo stile di vita norvegese hanno anch'essi lasciato un'impronta nel lavoro di molti designer. Non è un caso che alcuni dei più rinomati marchi di abbigliamento negli ultimi anni abbiano prodotto impermeabili e indumenti caldi di lana. Essi producono abiti per gente comune con un certo stile, mentre è raro trovare stilisti norvegesi nell'abbigliamento di alta moda. I designer norvegesi hanno lavorato molto con lampade e illuminazione, un fatto naturale considerando gli inverni lunghi e bui.

La Norvegia ha anche un ampio settore pubblico, e alcune delle opere di design più interessanti degli ultimi anni sono state realizzate per le agenzie governative. Le nuove banconote, disegnati da Snøhetta e The Metric System, sono diventate subito un classico, come il restyling del passaporto norvegese con colori freschi e rappresentazioni semplificate dei paesaggi naturali della Norvegia.

Il Guardian ha scritto su quest'ultimo: «Se il passaporto è un simbolo di identità nazionale, il nuovo design di quello norvegese ha indubbiamente consolidato la reputazione del paese come terra di elegante bellezza minimalista».

Definire il design norvegese

Vestiti allegri e impermeabili di classe

Un trattore rosa. Forse l'icona di abbigliamento più conosciuta della Norvegia negli ultimi anni, il marchio Moods of Norway è diventato una potenza della moda internazionale con negozi monomarca a New York, Los Angeles e altre grandi città.

Vestiti allegri sono per gente allegra è il loro motto, e gli accesi colori caratterizzano le loro giacche, giubbini, camicie, scarpe, e accessori.

Moods of Norway è un marchio per un pubblico ampio, ma in Norvegia ci sono anche sacco di designer che operano nell'alta moda. Molte delle loro creazioni sono in vendita nei più importanti negozi di moda di New York, Tokyo e Parigi.

Norwegian Rain e Swims producono impermeabili di classe, mentre Holzweiler ha una collezione unica di sciarpe in cachemire, seta e lana. L'importanza delle stagioni in Norvegia è sottolineata da un marchio di moda femminile denominato Fall Winter Spring Summer che produce abiti con un'estetica scandinava che equilibra perfettamente femminilità e mascolinità.

Il marchio Johnnylove di Trondheim è un esempio di quanto succede anche al di fuori di Oslo.

Un design per la vita

Normalmente si associa la parola design a prodotti di arredamento ed elettronici. Tuttavia, nelle scuole come quella di Architettura e Design di Oslo si pone sempre più attenzione ad applicare il design per risolvere problemi della società in generale, sia nel settore pubblico che privato.

Come possono i designer aiutare a ridurre le emissioni e contribuire a una società sostenibile? O costruire spazi pubblici dove i bambini possono muoversi e giocare in libertà? Un esempio molto discusso di questo è stato quando un team di designer ha collaborato con l'ospedale universitario di Oslo sul processo di diagnosi del cancro, riuscendo a ridurre il tempo di attesa da 12 settimane a sette giorni.

L'istituto di design presso la Scuola di Architettura e Design di Oslo è oggi considerato tra i migliori al mondo, e al Centro Norvegese per il Design e l'Architettura (DOGA) puoi vedere mostre, conferenze e altri eventi che promuovono il buon uso del design e dell'architettura.

L'opinione di un designer norvegese

Photo of designer Kristin Five Melvær Landscape

«Penso che i designer norvegesi hanno una grande nozione di libertà nello sviluppo di nuovi progetti. Rispetto ai nostri paesi vicini ci manca una forte industria nazionale che faccia da piattaforma unificante ma che al tempo stesso possa limitare la nostra creatività.

Il fatto che molti designer cercano partner al di fuori della Norvegia potrebbe essere una tendenza a coltivare i punti di forza personali, gli interessi e le espressioni facendo così espandere già ricco e vasto giovane design norvegese», dice Kristine Cinque Melvær, disegnatrice di oggettistica, illuminazione, mobili, tessili e grafica.

Antiche e moderne  icone norvegesi

Alla fine degli anni '60 la Norvegia scoprì il petrolio nel Mare del Nord, e questo avvenimento oscurò tutti gli altri settori industriali norvegesi.

Tuttavia molto è stato fatto negli ultimi anni per porvi rimedio. Una mostra di grande successo, chiamata Icone norvegesi, ha fatto visita a posti come Tokyo e New York con più di 500 raffinate opere di arte decorativa e mobili realizzati tra il 1940 e il 1975. Tra i designer rappresentati ci sono Torbjørn Afdal, Grete Prytz Kittelsen, Tone Vigeland, Fredrik Kayser e Sven Ivar Dysthe.

Se vuoi vedere o acquistare opere moderne di design norvegese, tra i produttori più rinomati c'è Northern Lighting, che disegna le sue lampade ispirandosi alla semplicità scandinava e alla mutevole luce nordica.

Un sacco di cose si stanno muovendo intorno alla vetrerie Hadeland Glassverk, nota per la bellezza del suo vetro soffiato a bocca e la sua tradizione nell'innovazione nel rispetto degli stessi metodi impiegati due secoli fa.

Il New York Times ha dedicato un articolo ai talenti del design norvegese nel 2015, e tra quelli menzionati c'erano Anderssen & Voll, la giovane ceramista Victoria Günzler e i designer di mobili Sara Wright Polmar, Hallgeir Homstvedt, Runa Klock e Stokke Austad.

Anche se molti dei più famosi designer sono stati uomini, fa piacere vedere sempre più donne affermarsi in questo settore. Cerca le opere firmate da Ingrid Aspen, Kristine Bjaadal e Silje Nesdal.

Continua a leggere

Your Recently Viewed Pages
Ad
Ad
Ad