Dynamic Variation:
Offers
x

There was not an exact match for the language you toggled to. You have been redirected to the nearest matching page within this section.

Choose Language
Toggling to another language will take you to the matching page or nearest matching page within that selection.
Search & Book Sponsored Links
Search
or search all of Norway
The Twist at Kistefos-Museet in Hadeland - Norway’s new art destination - surrounded by dense forest
The Twist at Kistefos-Museet in Hadeland.
Photo: Laurian Ghinitoiu / Kistefos-Museet
The Twist at Kistefos-Museet in Hadeland - Norway’s new art destination - surrounded by dense forest
The Twist at Kistefos-Museet in Hadeland.
Photo: Laurian Ghinitoiu / Kistefos-Museet
Food, arte e architettura

Hadeland – nuova meta d’arte in Norvegia

Scopri l’opera della regina dei pois Yayoi Kusama e il nuovo sensazionale spazio espositivo The Twist al Kistefos-Museet, come pure i meravigliosi prodotti della vetreria Hadeland Glassverk. La zona di Hadeland, poco distante da Oslo, è assolutamente un must per gli appassionati d’arte.

Con le sue dolci colline e il cibo delizioso non sorprende che Hadeland sia stata soprannominata “la Toscana della Scandinavia”. In modo piuttosto inaspettato questa zona si sta trasformando in un centro per gli amanti dell’arte, con opere e artisti spesso associati ad eventi nelle grandi metropoli mondiali: Yayoi Kusama, Tony Cragg, Marc Quinn, Fernando Botero e Bjarne Melgaard, per citarne solo alcuni.

Il nuovissimo spazio espositivo al Kistefos-Museet, The Twist, aveva fatto notizia a livello internazionale ancora prima della sua apertura.

“The Daily Telegraph, Bloomberg, Wallpaper e altri media hanno definito il nuovo museo uno degli edifici più belli dell’anno. L’obbiettivo ambizioso è che The Twist farà del Kistefos-Museet, e quindi di Hadeland, una meta cool per gli amanti dell’arte da tutto il mondo”, dice Christen Sveaas a Visit Norway. Il finanziatore, appassionato collezionista e forza trainante del Kistefos-Museet, afferma di sentirsi più inebriato dall’arte che non dal vino.

È l’innovativo studio danese di architettura BIG (Bjarke Ingels Group) ad aver creato la spettacolare struttura – e il risultato letteralmente dà una “svolta” decisiva all’insieme. Con una campata di 60 metri, il museo a forma di ponte si libra sopra uno dei migliori fiumi per la pesca alla trota della Norvegia, visibile attraverso le vetrate della Panorama Gallery – la parte più estesa del museo.

The Twist sarà un’esperienza entusiasmante, perché vedrai soltanto degli scorci della struttura attraverso la foresta finché non arriverai vicino. E allora avrai l’effetto sorpresa. Ha anche la funzione di ponte, dove potrai entrare da un lato del fiume, vedere l’esposizione e uscire sull’altra riva”, dice il direttore del Kistefos-Museet, Egil Eide.

“Shine of Life”, Yayoi Kusama (2019)
“Shine of Life”, Yayoi Kusama (2019).
Photo: Einar Aslaksen

Un’altra delle maggiori attrazioni al Kistefos-Museet è il grande parco di sculture all’aperto, che ha esposto la prima opera nel 1948. A maggio 2019 Christen Sveaas ha inaugurato l’installazione “Shine of Life” di Yayoi Kusama, una delle artiste d’avanguardia al mondo che fanno più parlare di sé, famosa soprattutto per il motivo ricorrente dei pois. L’opera scultorea site specific, sembra nascere dall’acqua ed è l’installazione più grande che l’artista giapponese abbia creato nei paesi scandinavi. È ispirata all’eternità della natura e al passato industriale di Kistefos.

L’originale parco di sculture ha raggiunto il definitivo successo nel 2016 con l’installazione “Path of Silence” dell’artista danese Jeppe Hein. La scultura d’acqua site specific di grandi dimensioni utilizza molti specchi, che attirano bambini e adulti incuriositi ad entrarci a giocare, ed è solo uno degli esempi del perché questo è un luogo perfetto per tutta la famiglia.

Produzione di vetri a volontà

Ad appena 3 chilometri e mezzo da Kistefos c’è la storica vetreria Hadeland Glassverk. Essendo la fabbrica artigianale più antica della Norvegia ancora oggi in funzione, Hadeland Glassverk è un centro vitale per l’industria, l’arte e la cultura. “Questa combinazione piace sia al turismo internazionale che al mercato del design”, dice la direttrice artistica Kate Smith, che ha lavorato in precedenza per grandi istituzioni dell’arte come la Tate Modern e il Museo di Storia Naturale di Londra.

Gli appassionati artigiani del vetro di Hadeland Glassverk ti inviteranno a provare a fare un oggetto o a vedere le periodiche esibizioni dei soffiatori. Oltre al programma annuale di mostre d’arte ci sono tantissimi eventi e attività per tutta la famiglia, come spettacoli di teatro, concerti, laboratori e possibilità di fare shopping.

Il cibo come arte

Gli appassionati di arte che amano anche il cibo devono fare una sosta al vicino ristorante e hotel Thorbjørnrud, gestito da Olav Lie-Nilsen, agricoltore biologico. Egli produce nella propria fattoria la maggior parte dei prodotti che serve nel ristorante: carne, un formaggio premiato, prodotti caseari, vegetali e altre delicatezze. “Il ristorante stellato danese Noma ha lanciato l’idea di un ristorante basato su una fattoria almeno dieci anni dopo di noi qui a Thorbjørnrud”, afferma Olav con sicurezza, e ci consiglia la panna cotta della casa con yogurt al rabarbaro. E per la notte Thorbjørnrud offre anche il pernottamento all’aperto a chi ama il glamping.

Le persone del posto apprezzano anche il popolare festival gastronomico Høy på landet, che si svolge qui nella seconda metà di giugno. Da non perdere poi a metà giugno l’Operafest Røykenvik, dove il grande palco fluttua sul lago Randsfjorden mentre centinaia di spettatori applaudono da riva. Lo spettacolo è diretto da Cynthia Kai.

Vale la pena esplorare anche la riva orientale del Randsfjorden, dove puoi gustarti un brunch locale artistico da Lokstallen a Røykenvik, proprio accanto all’installazione “The Gran Boathouse” di Rachel Whiteread. Nelle chiese Søsterkirkene potrai sperimentare il silenzio e la pace dei due edifici gemelli del dodicesimo secolo. Oppure andare allo Hadeland Folkemuseum a Granavollen, o fare visita agli artisti e artigiani del  Glasslåven Art Centre.

Presso il più grande centro astronomico dell’Europa settentrionale, puoi passare dagli spazi all’aria aperta fino allo spazio cosmico. L’iconico osservatorio solare Solobservatoriet, vicino al paesino di Harestua, offre visite didattiche guidate e divertenti attività. Dal 2020 i visitatori potranno esplorare un nuovo planetario, progettato dal famoso studio di architetti Snøhetta, che hanno firmato anche il Palazzo dell’Opera di Oslo.

The Solar Observatory, Harestua, Oppland
The Solar Observatory, Harestua, Oppland.
Photo: Snøhetta

“Hadeland si trova ad appena un’ora dalla capitale Oslo e a una distanza ancora minore dall’aeroporto di Oslo”, assicura Mette Stenersen di Visit Innlandet.

L’arte ha una lunga tradizione in questa regione, aggiunge: “Nel tempo, un numero sempre maggiore di artisti vi ha trovato ispirazione. La prova è appesa alle pareti dei molti hotel di proprietà privata nella zona di Hadeland. Non tutti gli artisti avevano i mezzi per pagare il loro soggiorno e veniva allora permesso loro di saldare il conto con dei dipinti.”

Approfitta delle migliori offerte

Guarda la nostra selezione di operatori di fiducia che lavorano con impegno per accontentarti.

Your Recently Viewed Pages

Torna su