Dynamic Variation:
Offers
x

There was not an exact match for the language you toggled to. You have been redirected to the nearest matching page within this section.

Choose Language
Toggling to another language will take you to the matching page or nearest matching page within that selection.
Search & Book Sponsored Links
Search
or search all of Norway

Fiordi norvegesi

Un’immagine da cartolina
I fiordi, tutelati dall'UNESCO, sono il simbolo tipico della bellezza della Norvegia. Luoghi dove il tempo si muove al proprio ritmo.
A person paddling in the Nærøyfjord
Kayaking in the Nærøyfjord.
Photo: Øyvind Heen / Visitnorway.com

Ci sono più di mille fiordi in Norvegia, lungo tutta la costa. Ma la maggior parte di quelli più iconici - quelli da cartolina come il Nærøyfjord, il Sognefjord, il Lysefjord e il Geirangerfjord - si trovano nella Norvegia dei Fiordi.

I fiordi assomigliano a placidi laghi azzurri, ma d’acqua salata - sono bracci di mare che si insinuano spesso molto profondamente nell’entroterra, sovrastati su entrambi i lati da maestose montagne.

Anche se i fiordi sono spesso collegati tra loro ed è possibile navigare da uno all'altro o ritornare verso il mare, quando ti trovi nei fiordi ti può sembrare di essere in un mondo isolato.

Tuttavia la chiave per comprendere perché i fiordi sono il simbolo forse più importante della Norvegia - e tra le attrazioni più visitate del paese - sta in ciò che essi rappresentano.

Più di ogni altro luogo i fiordi e le zone circostanti evocano immagini di una Norvegia del passato: un tempo in cui la gente viveva coltivando la terra in un ambiente incredibilmente impervio e roccioso (e in qualche posto fanno ancora così). Un tempo in cui si faceva il raccolto dagli alberi da frutto e in cui la testa di una pecora era considerata una leccornia (ma lo è tuttora).

Anche se questi paesaggi possono apparire intatti e selvaggi, le regioni dei fiordi sono facili da visitare sia per conto proprio che con tour guidati. Ci sono piccoli villaggi sparsi ovunque e tantissimi sentieri per escursioni, sia in montagna che sui ghiacciai.

Cosa fare nei fiordi

Il paesaggio dei fiordi è ideale per praticare diverse attività, sia che tu preferisca solo assaporare la pace e la tranquillità sia che tu voglia provare una scarica di adrenalina.

Inizia con facili escursioni o passeggiate nei villaggi e nelle città, o partecipa a tour guidati verso punti panoramici per ammirare fiordi, montagne e cascate.

Escursioni più impegnative ti ricompensano con una vista ineguagliabile dalla cima. Ma puoi andare in esplorazione anche facendo kayak, SUP (lo stand up paddle), rafting, escursioni sui ghiacciai, scalate e vie ferrate. Ci sono tour guidati di pesca in mare, nei fiordi, fiumi e laghi.

Puoi sciare tutto l’anno con una vista spettacolare sui fiordi, ad esempio nelle alpi di Sunnmøre. Lo sci estivo è un’attività molto popolare e la puoi combinare a una nuotata nel fiordo nell’arco della stessa giornata.

Gli appassionati di storia troveranno molti siti storici, rovine di antichi edifici, musei di arte e folclore, musei all’aria aperta e vestigia della cultura vichinga. Siti Patrimonio dell’Unesco includono Bryggen a Bergen, la chiesa di legno di Urnes, i fiordi  di Nærøyfjord e Geirangerfjord e i paesaggi circostanti.

Nella regione ci sono numerosi parchi nazionali con sentieri segnalati, chalet autogestiti e rifugi con personale, animali selvatici, laghi, fiumi, ghiacciai e centri visitatori.

Far parte dei Patrimoni dell’Umanità

I fiordi della Norvegia occidentale, rappresentati da Geirangerfjord e Nærøyfjord, hanno ricevuto lo status di Patrimonio Mondiale dell’Umanità dell'UNESCO nel 2005.

«La loro eccezionale bellezza naturale deriva dalle strette e ripide pareti di roccia cristallina che si innalzano dal Mare di Norvegia fino a 1.400 metri di altezza  e raggiungono i 500 metri sotto il livello del mare. Le pareti a strapiombo dei fiordi sono disseminate di cascate mentre i fiumi attraversano le foreste latifoglie e conifere verso laghetti glaciali, ghiacciai e aspre montagne», afferma l’UNESCO.

Nel 2006 il National Geographic ha riunito un gruppo di esperti per valutare e premiare i siti più popolari del Patrimonio Mondiale. I fiordi norvegesi sono risultati i vincitori, battendo rivali come le Galapagos, le piramidi d'Egitto, il Grand Canyon, Angkor Wat e Machu Picchu.

«Ciò sembra confermare il fatto che i norvegesi hanno particolare cura del loro territorio rispetto ad altre parti del mondo. Si tratta di un’abilità che i leader di altri paesi dovrebbero studiare e adattare alla propria situazione», dice Jonathan B. Tourtellot, Direttore del Centro per le Destinazioni Sostenibili, National Geographic Society.

Non sai quali fiordi visitare?

Con più di mille fiordi in tutto il paese non è strano che un turista non sappia dove andare e quali fiordi vedere. Impara a conoscere e distinguere i più famosi e restringi la scelta con l’aiuto degli itinerari che consigliamo.

Cinque curiosità sui fiordi

1. L'UNESCO ha incluso i fiordi della Norvegia, rappresentati da Geirangerfjord e Nærøyfjord, nella sua prestigiosa Lista del Patrimonio Mondiale.

2. I fiordi sono spesso descritti come «opera d'arte della natura», formata grazie alla ritirata dei ghiacciai e all'inondazione da parte del mare delle valli a forma di U.

3. Gudvangen e Geiranger, i due villaggi più interni del Nærøyfjord e del Geirangerfjord, sono tra i più popolari porti delle navi da crociera della Scandinavia.

4. Grazie alla calda Corrente del Golfo e all'effetto Coriolis, i fiordi norvegesi godono di un clima mite e sono virtualmente privi di ghiaccio.

5. I fiordi sono spesso molto profondi e il Sognefjord è il più profondo raggiungendo 1.308 metri sotto il livello del mare

Ad

Le foto dei viaggiatori

Trova altre attività nei fiordi

Non devi aspettare fino al tuo arrivo per scoprire cosa ti piacerebbe fare. Filtra la tua ricerca e guarda tra le proposte qui sotto.

×
Your Recently Viewed Pages

Torna su

Ad
Ad
Ad