Dynamic Variation:
Offers
x

There was not an exact match for the language you toggled to. You have been redirected to the nearest matching page within this section.

Choose Language
Toggling to another language will take you to the matching page or nearest matching page within that selection.
Search & Book Sponsored Links
Search
or search all of Norway
Collage of the four bands participating in the Munch + Music project
Munch + Music: 4 artists’ interpretation of Munch.
Photo: Bleed / Fastland / Innovation Norway

Munch + Musica

muteplay/pauseplay/pause
Campaign
Course
Event
Partner
Media
Meetings
Travel Trade
Ad

Per festeggiare l’apertura di Lambda, il nuovo Museo Munch a Oslo, nel maggio 2020, abbiamo chiesto a quattro artisti norvegesi emergenti di comporre della musica ispirandosi ai dipinti di Edvard Munch.

Mentre guardi un quadro può iniziare a risuonarti in testa una musica. Musica che raggiunge la mente e fa emergere pensieri dall’opera di uno degli artisti più celebri al mondo – il pittore norvegese Edvard Munch.

Abbiamo invitato quattro artisti norvegesi a comporre dei brani basandosi sulla loro opera preferita di Edvard Munch. Visto che abbracciamo la diversità abbiamo colto al volo l’occasione di mettere insieme artisti tanto diversi quanto lo è la vasta produzione di Munch. Matoma (qui featuring Ruben) è apprezzato per le sue hit assolutamente orecchiabili e i 9 grader nord per la loro musica folk piena di energia. In interessante contrapposizione la band 1349 è tra i leader della scena black metal, mentre Gundelach si contraddistingue per il suo sound “Nordic noir”. Nelle loro interpretazioni ci mettono amore, sudore e lacrime e il risultato sono quattro interessanti video.

Edvard Munch paintings
Edvard Munch paintings.
Photo: The Munch Museum

I musicisti erano liberi di scegliere i loro dipinti e, mentre alcuni avevano particolarmente a cuore determinate opere, altri si sono concentrati più sul trovare una corrispondenza di temi e toni. Ne sono risultati brani molto diversi, che contribuiranno ai festeggiamenti per l’apertura del nuovo Museo Munch nel 2020, come pure alle principali mostre internazionali di Munch in città come Tokyo, Mosca, Londra e Pechino.

Il nuovo museo Lambda, progettato dall’architetto spagnolo di fama mondiale Juan Herreros, sarà di per sé un’attrazione. Non ospiterà soltanto le opere di Munch, ma anche interessanti mostre temporanee ed eventi. Sarà in netto contrasto con gli edifici circostanti e, grazie alla sua posizione, il fiordo di Oslo si rifletterà sulle vaste superfici in vetro. Indubbiamente farà aprire gli occhi di più persone sul fascino e sull’accessibilità delle opere di Edvard Munch, che è, del resto, uno degli artisti più influenti e fonte d’ispirazione di tutti i tempi – anche nel mondo della musica.

Conosci gli artisti

Eventi

Il contrasto tra la natura e la vita moderna è una fonte di ispirazione indispensabile per gli artisti norvegesi. Cerca i prossimi eventi culturali e aggiungi più significato e contenuto al tuo viaggio.

Your Recently Viewed Pages

Torna su