Dynamic Variation:
Book
Choose Language
Search & Book
Search
or search all of Norway
Oslo-3 Oslo
Credits
Oslo-3.
Photo: VisitOSLO/Heidi Thon
Campaign
Partner

Evviva! È il 17 maggio

Bande marcianti, sfilate, costumi tradizionali e gelati. Un sacco di gelati. Le celebrazioni della giornata nazionale non hanno eguali in Norvegia.

Karl Johans gate, Oslo
Oslo
VisitOSLO/Nancy Bundt
Oslo
Oslo
VisitOSLO/Nancy Bundt
Royal Palace, Oslo
Oslo
Nancy Bundt
Finnmark
Finnmark
Johan Wildhagen
Ad

I brasiliani hanno il loro carnevale, mentre per gli irlandesi c'è il giorno di San Patrizio. E la risposta della Norvegia? Beh, la cosa più vicina che abbiamo è il 17 maggio, per commemorare la firma della Costituzione avvenuta nel 1814. In Norvegia la festa della costituzione è imponente.

Mentre molti Paesi celebrano la loro giornata nazionale con una parata militare, il 17 maggio in Norvegia è più una festa per tutti, soprattutto per i bambini. Prima di riversarsi nelle strade, molti mangeranno una "colazione del 17 maggio" - spesso con gli amici e vicini di casa - con pane appena sfornato, uova strapazzate, salmone affumicato, e per gli adulti, champagne.

Dopodiché partono le sfilate per bambini in tutto il Paese, guidati da bande che attraversano in marcia le strade cittadine. La più grande delle sfilate tradizionali attira decine di migliaia di persone che sventolano bandiere gridando «Urrà!». A Oslo la sfilata e la folla vengono salutate dalla famiglia reale.

Nazionalista? Forse, ma l'atmosfera non militare e festosa oltre all'importante ruolo dei bambini nelle celebrazioni, rende la giornata un evento largamente accettato.

La giornata è anche un'occasione per gli uomini e le donne di mostrare i loro "bunad", i costumi tradizionali norvegesi. Ce ne sono centinaia diverse, con colori e stili che indicano il luogo di provenienza degli antenati di chi la indossa.

Molto meno colorate sono le tute rosse e blu dei "russ", gli studenti in procinto di diplomarsi che celebrano la fine di 13 anni di scuola. La maggior parte di loro hanno l'aria stanca il 17 maggio, ma la stanchezza di solito non è dovuta alle nottate passate sui libri a studiare per gli esami...

I russ hanno le loro parate, con autobus e furgoni dai costosi e potenti altoparlanti. Chiedigli il loro "russekort", e ti verrà data la tessera studentesca con su scritte frasi esilaranti.

Gelati e hot dog vengono mangiati tradizionalmente durante le celebrazioni, mentre discorsi e altre attività si svolgono nel pomeriggio nelle comunità locali.

Questo è un momento davvero speciale per essere in Norvegia, e dovresti assolutamente unirti alla gente del posto, ma non aspettarti di concludere nient'altro quel giorno, perché la maggior parte di negozi e uffici sono chiusi il 17 maggio.

Se sei in auto, ricorda che il centro della maggior parte delle città e paesi sarà inaccessibile al traffico, con possibili ingorghi.

Il 17 maggio: Una breve storia

La costituzione della Norvegia venne firmata a Eidsvoll il 17 maggio del 1814, ma allora la Norvegia era in una unione con la Svezia, e per alcuni anni nel 1820 re Karl Johan di Svezia vietò le celebrazioni. Il 17 maggio assunse maggiore importanza quando Bjørnstjerne Bjørnson (l'autore dell'inno nazionale «Ja, vi elsker dette landet») prese l'iniziativa di far sfilare i bambini a Oslo (allora  Christiania) nel 1860.

Solo gli uomini erano ammessi al corteo fino al 1899, quando le autorità finalmente cambiarono idea. La Norvegia si separò dalla Svezia nel 1905, e la giornata nazionale ottenne un significato del tutto nuovo quando la seconda guerra mondiale si concluse l'8 maggio 1945, poco prima di essa. Inutile dire che quell'anno le celebrazioni ebbero un'atmosfera davvero speciale...

Trova il ristorante più vicino

Il 17 maggio è una festa anche per i ristoranti. Molti norvegesi lo celebrano andando a mangiare fuori. Quindi ricorda di prenotare in anticipo se vuoi unirti a loro. 

×

Continua a leggere

Your Recently Viewed Pages
Ad
Ad
Ad