Dynamic Variation:
Offers
x

There was not an exact match for the language you toggled to. You have been redirected to the nearest matching page within this section.

Choose Language
Toggling to another language will take you to the matching page or nearest matching page within that selection.
Search & Book Sponsored Links
Search
or search all of Norway

Esploratori polari

Avventurieri del mondo
La Norvegia ha senza dubbio uno straordinario primato di esploratori polari, tra cui Roald Amundsen e Fridtjof Nansen.
Roald Amundsen and Helmer Hanssen next to a Norwegian flag at the South Pole in 1911
Roald Amundsen at the South Pole.
Photo: Nasjonalbiblioteket / National Library of Norway

Per chi ha qualche interesse per le spedizioni polari Amundsen e Nansen non hanno bisogno di ulteriori presentazioni. Non sono però gli unici importanti esploratori polari provenienti dalla Norvegia. Molti esploratori moderni mantengono viva l'eredità degli avventurieri norvegesi.

Roald Amundsen: il primo a raggiungere il Polo Sud

Roald Amundsen si guadagnò un posto nella storia e divenne un eroe nazionale in Norvegia quando arrivò prima del capitano Robert F. Scott al Polo Sud. Accompagnato da quattro uomini raggiunse la meta il 14 dicembre 1911. Come se non bastasse egli fu anche il primo a compiere in nave il Passaggio a nord-ovest e ad attraversare in volo l'Oceano Artico.

Molti luoghi, navi e persone, come ad esempio lo scrittore Roald Dahl, hanno preso il nome da Amundsen.

Fridtjof Nansen: sugli sci attraverso la Groenlandia

Fridtjof Nansen raggiunse la notorietà per aver attraversato la Groenlandia sugli sci e successivamente per aver tentato di raggiungere il Polo Nord a bordo della nave Fram. Oggi però è ricordato per essere stato molto più di un esploratore polare. Nansen era un esperto scienziato, statista e filantropo. Usando la sua fama per fare attivismo politico, cercò di porre fine all'unione della Norvegia con la Svezia nel 1905. Dopo la Prima guerra mondiale lavorò instancabilmente per aiutare a migliorare le condizioni dei rifugiati, un impegno per il quale fu insignito del Premio Nobel per la Pace nel 1922.

Le prime esplorazioni polari norvegesi

870 Il capo vichingo Ottar navigò nel Mar Bianco

982 L’esploratore norreno Erik il Rosso scoprì e colonizzò parti della Groenlandia

1790 La prima spedizione di caccia norvegese alle Svalbard

1795 La prima squadra di esploratori norvegesi a trascorrere l’inverno alle Svalbard

1888 Fridtjof Nansen attraversò la Groenlandia

1895–1922 L’era delle esplorazioni eroiche in Antartide

1911 Roald Amundsen guidò la spedizione antartica che raggiunse per prima il Polo Sud

Ad

Monica Kristensen Solås: realtà e fiction

La glaciologa e meteorologa Monica Kristensen Solås ha sia guidato sia partecipato a numerose spedizioni polari, sia nell’Artico che in Antartide. In due di queste spedizioni uno dei suoi scopi era trovare e riportare indietro la tenda che era stata utilizzata da Roald Amundsen, ma diversi ostacoli posti dalla natura la costrinsero ad abbandonare il suo obbiettivo, come quando un uomo della sua squadra cadde in un crepaccio e morì. Già nel 1989 era stata la prima donna in quasi 50 anni a ricevere la medaglia d’oro Founder’s Medal dalla Royal Geographical Society per le sue imprese. Inoltre ha pubblicato alcuni romanzi crime ambientati alle Svalbard che hanno avuto successo internazionale.

Le traversate senza supporto di Liv Arnesen

Quando Liv Arnesen attraversò i ghiacci della Groenlandia nel 1992, fu la prima donna a farlo senza alcun supporto esterno. Due anni più tardi fu la prima donna a raggiungere il Polo Sud con gli sci da sola e senza appoggi, in una spedizione lunga 50 giorni e 1.200 chilometri. Durante tre mesi tra il 2000 e 2001 lei insieme all’esploratrice americana Ann Bancroft furono le prime donne ad attraversare l’Antartide. Ha anche scritto diversi libri sulla sua esperienza, come Snille piker går ikke til Sydpolen (Le brave ragazze non sciano fino al Polo Sud).

Le spedizioni in solitaria di Børge Ousland

Nel 1994, circa 85 anni dopo che Roald Amundsen raggiunse il Polo Sud, l'esploratore norvegese Børge Ousland volle ripetere l'impresa. Ousland fece però il viaggio in solitaria, diventando così il primo uomo ad attraversare l'Antartide senza supporto - seppur in circostanze molto diverse. Mentre Amundsen indossava pelli di foca, Ousland aveva il Gore-Tex. Invece di determinare la sua posizione con orologio, calendario e sestante, Ousland poteva utilizzare la tecnologia GPS. E la slitta in kevlar di Ousland, di soli sei chili, era molto più leggera di quella di Amundsen.

Erling Kagge e la sfida dei tre poli

Børge Ousland non si avventurò sempre da solo, ma ebbe anche diversi compagni di viaggio. Nel 1990 ad esempio percorse 800 chilometri sugli sci insieme a Erling Kagge, un altro importante esploratore norvegese. Dopo aver raggiunto il Polo Nord nel 1990 e il Polo Sud nel 1992, Kagge scalò il Monte Everest nel 1994. Questo fece di lui la prima persona al mondo a completare la cosiddetta “sfida dei tre poli”.

Cecilie Skog e le sette cime

È diventata un’icona nazionale in Norvegia per aver scalato numerose montagne con il sorriso sulla faccia, sia in televisione sia al di fuori. Cecilie Skog è l’unica donna al mondo ad aver raggiunto le famose “sette cime”, le montagne più alte di ogni continente. Ed è anche una esploratrice polare. Nel 2009 lei e l’americano Ryan Waters hanno attraversato in 70 giorni i 1.800 chilometri dell’Antartide da costa a costa. Nel 2006 ha raggiunto il Polo Nord dopo quasi 50 giorni nonostante molte difficoltà impreviste.

Scopri la storia e le tradizioni della Norvegia

×
Your Recently Viewed Pages

Torna su

Ad
Ad
Ad