Dynamic Variation:
Offers
x

There was not an exact match for the language you toggled to. You have been redirected to the nearest matching page within this section.

Choose Language
Toggling to another language will take you to the matching page or nearest matching page within that selection.
Search & Book Sponsored Links
Search
or search all of Norway
Tjuvholmen og Astrup Fearnley Museet i Oslo fra luften
Tjuvholmen, Oslo.
Photo: Benson Kua / CC BY-SA 2.0
Campaign
Course
Event
Partner
Media
Meetings
Travel Trade

Il centro di Oslo sul lungomare è rinato come quartiere chic con musei, ristoranti e locali trendy.

Ad

Novità architettoniche

Il New York Times ha scritto che Oslo è "pronta a splendere" includendola nella lista delle migliori città da visitare nel 2013. Perché? In parte grazie all'isola Tjuvholmen e al nuovo e spettacolare museo Astrup Fearnley. Inaugurata a settembre del 2012, questa struttura è stata ampiamente elogiata:

"Quella che una volta era una zona industriale abbandonata a sé stessa, è stata trasformata in una destinazione ideale per una pausa culturale in città"
Financial Times, aprile 2013

Tjuvholmen, Oslo

Tjuvholmen, Oslo.
Photo: VisitOSLO / Thomas Johannessen ©Louise Bourgeois / BONO 2017

Il Museo di arte moderna Astrup Fearnley - isola d'arte

La celebre galleria di arte contemporanea ha sede in un edificio di Renzo Piano di 4.200 metri quadrati a Tjuvholmen o “Isola dei Ladri”, vicino ad Aker Brygge. Progettato come spazio pubblico e museo questa struttura a forma di nave è in realtà composta da tre padiglioni indipendenti attraversati da uno stretto canale, sotto un unico tetto in vetro arcuato come una vela, che permette a gran parte degli interni di essere illuminati da luce naturale. La combinazione di vetro, acciaio e legno esalta la semplicità e l’essenzialità tipiche del design norvegese.

Mostre temporanee e laboratori d’arte per bambini vengono proposti durante tutto l’anno. All’Astrup Fearnley sono esposte opere d’arte firmate da Jeff Koons, Takashi Murakami, Damien Hirst, Cindy Sherman, Richard Prince e molti altri artisti. L’area intorno al museo è occupata da un insieme di gallerie d’arte, negozi e abitazioni. L’edificio proprio accanto al museo è un design hotel anch’esso dedicato all’arte contemporanea, The Thief.

Arte e cultura sul lungomare

L'area Bjørvika comprende il lungomare attorno al Palazzo dell'Opera. Un'ex area industriale di linee ferroviarie, container e una trafficata autostrada è in fase di riconversione in un enorme spazio pedonale, destinato a diventare il centro culturale di Oslo. Le superfici inclinate del tetto dell'Opera sono una nota attrazione e un punto d'incontro dove i visitatori hanno la sensazione di stare seduti su una candida spiaggia di marmo bagnata dalle acque del fiordo di Oslo.

Nel 2020 l’attuale Museo Munch verrà sostituito da un ultramoderno universo di Munch di 13 piani a Bjørvika, con opere di tutti i diversi periodi della sua carriera (incluso L’Urlo), diverse aree espositive e laboratori.

Quell’area si sta evolvendo velocemente e, a completa realizzazione nel 2025, includerà anche appartamenti, uffici e diversi parchi urbani.

Barcode - modernità commerciale

Lo sviluppo urbano contemporaneo non è limitato alla zona di Bjørvika. Il nuovo slancio architettonico è espresso dai grattacieli Barcode, situati a Dronning Eufemias gate vicino ai binari della stazione centrale.

Alti 22 piani, questi edifici commerciali bianchi e neri sono divisi l’uno dall’altro da uno spazio di 12 metri. Tutti i palazzi sono diversi e hanno l’aspetto a pixel da cui deriva il nome Barcode, "codici a barre". Nello spazio tra gli edifici a piano terra c'è un passaggio pubblico coperto e nelle aree all'aperto sono esposte delle sculture.

Come tutta l’arte moderna, i Barcode dividono le opinioni. L'impatto di questi edifici è diverso a seconda della posizione da cui si guardano e dal momento della giornata.

Nuovi stili residenziali sul lungomare

La penisola Sørenga fa parte della zona intorno al porto e rientra nella più vasta area in crescita di Bjørvika. È un quartiere nuovo e centrale completo di parchi e di un molo galleggiante sul fiordo di Oslo. Integrata nel lungomare di Sørenga c’è la prima piscina all'aperto con acqua di mare in Norvegia, progettata per sfruttare appieno il fiordo.

Mathallen – il Mercato coperto, polo gastronomico norvegese

Finalmente ha preso vita Vulkan, uno dei più interessanti progetti del nuovo sviluppo urbano di Oslo, in precedenza una zona industriale abbandonata sulla riva del fiume Akerselva. Il fascino del Mercato coperto è unire società e cultura sotto il comune denominatore del cibo.

Mathallen ripropone l’atmosfera del tipico mercato coperto d’Europa, con ristoranti, bar, pub, botteghe, fruttivendoli, panetterie e pescherie. I produttori locali norvegesi di carne, formaggio, pesce e molti altri cibi e bevande squisiti tenteranno il tuo palato con l’ampia scelta di appetitose delicatezze che la Norvegia ha da offrire.

Da Mathallen puoi attraversare il ponte sul fiume Akerselva e raggiungere Smelteverket, un pub gastronomico con il bancone più lungo della Scandinavia e 20 ampie vetrate affacciate sul fiume.

L’interessante menu fusion offre una strepitosa varietà di pietanze stile tapas. La carta delle birre cambia ogni giorno e ha sempre una ricca offerta delle migliori birre artigianali da tutto il mondo.

Il Parco di sculture Ekebergparken

Situato nei pressi del ristorante Ekebergrestauranten, il Parco di sculture Ekeberg ti offre l’occasione per rilassarti in pace e tranquillità mentre assorbi un po’ cultura o gusti un buon pasto.

Il parco si estende su un totale di 25,5 ettari di boschi punteggiati di sculture di artisti di fama internazionale e si trova su una piccola collina appena a sud-est del centro di Oslo.

Altro ancora su arte e cultura a Oslo

Oslo ha tanto da offrire: dai uno sguardo a queste proposte per trovare nuove idee.
Cerca informazioni più dettagliate sul sito ufficiale di Oslo.

×

Oslo offre anche...

Your Recently Viewed Pages

Torna su

Ad
Ad
Ad