Dynamic Variation:
Book
Choose Language
Search & Book
Search
or search all of Norway
En person og to hunder ser på Litlverivassfossen i Rago nasjonalpark En person og to hunder ser på Litlverivassfossen i Rago nasjonalpark
Credits
Rago nasjonalpark.
Photo: Jim T. Kristensen
Campaign
Course
Event
Partner
Media
Meetings
Travel Trade
Ad

Pensa sostenibile e segui le tracce di Gjermund Nordskar che ha camminato in 37 dei 46 parchi nazionali della Norvegia e ne ha tratto un libro. Leggi i suoi consigli per percorrere anche le zone meno conosciute senza lasciare traccia.

Escursioni nella natura

La Norvegia è famosa per la sua natura incontaminata, e ancora più intatta lo è nei 46 parchi nazionali distribuiti in tutto il paese.

Molti tour operator locali possono aiutarti a organizzare attività ed escursioni nella natura nel modo migliore e più sicuro.

Gjermund Nordskar ha scritto il libro Til topps i Norges nasjonalparker (che significa “In vetta nei parchi nazionali della Norvegia”) sul suo viaggio escursionistico di 80 giorni nei 37 parchi nazionali della Norvegia continentale (gli altri sette sono alle isole Svalbard). Egli afferma che le enormi aree dei parchi sono territori facilmente accessibili alla maggior parte delle persone.

“Se vai al di fuori delle zone maggiormente visitate puoi camminare in solitudine nella natura intatta che si stende fin dove spazia il tuo sguardo”, dice Nordskar.

Gjermund Nordskar
Credits
Gjermund Nordskar.
Photo: Gjermund Nordskar

Credits
Gjermund Nordskar.
Photo: Gjermund Nordskar

Perché ci sono i parchi nazionali

I parchi nazionali proteggono le aree naturali e gli ecosistemi vulnerabili che le autorità ambientali della Norvegia hanno deciso di tutelare. 20.000 chilometri di sentieri o di piste per lo sci di fondo sono chiaramente segnalati con una ‘T’ rossa, il segno utilizzato dalla Associazione Trekking Norvegese, e all’interno dei parchi i visitatori troveranno possibilità di pernottamento ecosostenibili.

All’ingresso di molti parchi, di solito presso le aree di parcheggio, ci sono moderni centri visitatori che offrono utili informazioni e materiale. Ricorda che nei parchi devi rispettare la natura e la fauna, gli altri escursionisti e le tradizioni locali. In sintesi lascia l’ambiente come ti piacerebbe trovarlo. Trovi maggiori informazioni sulle aree protette sul sito dell’Agenzia norvegese per l’ambiente.

Beitostølen
Credits
Beitostølen.
Photo: Terje Rakke / Nordic Life AS / Visitnorway.com
Credits
Beitostølen.
Photo: Terje Rakke / Nordic Life AS / Visitnorway.com

Soggetti fotografici insoliti

Anche gli escursionisti amano pubblicare sui social i loro scatti nei parchi nazionali. Gjermund Nordskar afferma che questi post sono un fattore positivo per aumentare la conoscenza su quanto i parchi nazionali hanno da offrire. Però le foto che si trovano sui social come Instagram o Facebook sono soltanto di pochi dei 46 parchi che ci sono in Norvegia.

Cinque parchi da scoprire

Quindi quali parchi ci consiglierebbe di visitare tra quelli meno conosciuti?

Gjermund Nordskar cita subito Lomsdal-Visten nello Helgeland, Seiland all’estremità più settentrionale della Norvegia del Nord, Breheimen nella zona più interna del Sognefjord, e Rago e Sjunkhatten proprio a nord della città di Bodø nella Norvegia del Nord.

Seiland offre un sorprendente paesaggio insulare nell’arcipelago del Finnmark.”

Sjunkhatten regala natura selvaggia e grandi contrasti. Le aquile di mare coda bianca volteggiano sopra la tua testa e ripide pareti rocciose si innalzano dal fiordo. Sjunkhatten è anche conosciuto come ‘Parco nazionale per bambini’ per le attività adatte a loro.”

Rago è un parco per chi ama l’avventura, con straordinarie cascate e splendidi colori.”

Lomsdal-Visten è un’area intatta, una delle ultime zone in Norvegia completamente selvagge”.

Breheimen è una catena montuosa poco visitata con numerosi piccoli ghiacciai e stupende montagne. Il parco vive nell’ombra del più famoso Jotunheimen.”

“Ognuno di questi parchi nazionali ha aspetti peculiari e attività adatte a tutta la famiglia”

Vedi la lista di Nordskar dei parchi nazionali meno conosciuti
Seiland
Seiland nationalpark
Seiland nationalpark
Sjunkhatten
Sjunkhatten national park
Sjunkhatten national park
Rago
Rago national park
Rago national park
Sotasæter, Breheimen
Breheimen national park
Breheimen national park
Lomsdal-Visten
Lomsdal-Visten national park
Lomsdal-Visten national park
Scopri gli altri parchi nazionali
The nature in Breheimen National Park is very versitile. It ranges from green valleys and naked mountain tops to streaming rivers and glaciers. The… Read more
Breheimen National Park
Dovre-Sunndalsfjella National Park is a Norwegian national park located in a high mountain area of ​​Dovre and Sunndalsfjella, where Sør-Trøndelag,… Read more
Dovrefjell-Sunndalsfjella National Park
Fantastic, wild and beautiful scenery from the Åkrafjord north to Jondal. Exhibition about the National Park at Åkrafjordtunet. To fish in the… Read more
Folgefonna National Park
Færder National Park is one of Norway's most important areas for coastal outdoor recreation, and large areas are secured as publicly owned recreation… Read more
Færder National Park
Gutulia was made a national park in 1968. The area, measuring 19 km², is located between the Gutuli Lake and the Swedish border. Due to its primeval… Read more
Gutulia National Park
Hallingskarvet is a very distinctive landscape element, with lots of nice paths and trails and versatile hiking, summer and winter. The terrain is… Read more
Hallingskarvet National Park
Hardangervidda National Park is the largest national park in Norway. This vast mountain plateau offers excellent hiking opportunities for both… Read more
Hardangervidda National Park
Jotunheimen National Park is characterized by high mountains, glaciers and deep lakes. There are more than 200 mountain peaks rising above 2000 m… Read more
Jotunheimen National Park
Langsua National Park – Friendly mountain terrain and marshes The Langsua National Park is Norway’s «youngest». It is located between Valdres… Read more
Langsua National Park
Raet National Park was established in 2016, and is the region's first of its kind. It stretches from Hasseltangen in Grimstad to Lyngør in… Read more
Raet National Park
Rondane National Park is a mountain area between the Gudbrandsdalen and Atndalen valleys. The area stretches from Ringebu in the south to Dovre in the… Read more
Rondane National Park
Recreation area with a fantastic fjord view, rocks, fishing spots and skerries. Verdens Ende (World's End) on the southern tip of Tjøme is… Read more
Verdens Ende - “The World’s End”
Ytre Hvaler National Park consists of muddy seabeds and rocky seabottoms with its rich underwater ecosystem containing corals and kelp forest. Land… Read more
Ytre Hvaler National Park
Click to activate
Select
    Click to activate

    Profumi e odori

    Quali sono gli odori che sono rimasti più impressi a Gjermund Nordskar dopo le sue 37 escursioni nei parchi nazionali?

    “É una sensazione davvero speciale sentire odore di mare quando sei in cima a una montagna. In Norvegia ci sono molte montagne vicino al mare ma anche tante foreste di aghifoglie. Il Trøndelag ha profumi particolari per le grandi distese di acquitrini, anche all’interno dei suoi sette parchi nazionali Lierne, Blåfjella-Skjækerfjella, Forollhogna, Femundsmarka, Dovrefjell-Sunndalsfjella, Skarvan e Roltdalen. Perfino il vento sulle cime ha un profumo di fresco diverso da qualsiasi altra cosa. L’odore che accompagna un’escursione in montagna è quello di ossigeno puro”, sostiene Nordskar.

    Abbigliamento adatto

    Quando parti per un’escursione porta sempre con te abbigliamento caldo come una giacca a vento e un maglione di lana o di pile. “Nel caso succeda un incidente o un imprevisto è fondamentale restare caldi”, sottolinea Nordskar.

    “Mantieni calde anche le mani. Porta sempre almeno due paia di guanti, di cui uno deve essere impermeabile e antivento. In caso di brutto tempo i guanti da sci non proteggono a sufficienza: quando si bagnano assorbono il calore dalle mani. E una volta che le mani si sono raffreddate perdi la sensibilità per fare anche le cose più basilari. Con le mani gelate non riesci di certo a maneggiare il cellulare per scattare foto”, dice Nordskar.

    Attrezzatura

    L’attrezzatura per orientarsi e per comunicare è essenziale nelle escursioni più lunghe. In molte aree montane la copertura di rete è limitata. Quindi può tornare utile un cercapersone o simili. Impara a usare mappa e bussola per orientarti, con il GPS come backup.

    Porta anche un powerbank di scorta per il cellulare, che ormai si può comprare ovunque” consiglia Nordskar.

    Olav Nord-Varhaug è direttore del settore per i Parchi nazionali al Ministero Norvegese per l’Ambiente, che ha di recente rilanciato i parchi nazionali norvegesi con uno slogan molto diretto “Benvenuti nella natura”.

    “La natura nei parchi nazionali è forte e vigorosa. Può sopportare di essere utilizzata e visitata più di quanto lo è oggi”, dice Nord-Varhaug.

    “I parchi nazionali possono sopportare di essere visitati più di quanto lo sono oggi.”

    Memurutunga, Jotunheimen
    Parco nazionale di Jotunheimen
    Foto: Anders Gjengedal / Visitnorway.com

    Facili camminate

    E se non hai grandi ambizioni per la tua escursione?

    “Allora puoi fare anche solo pochi passi in montagna e poi rilassarti in mezzo all’erica, mangiare bacche e scattare tante belle foto da postare sui social”, dice Nordskar.

    “Puoi anche decidere di affidarti a uno dei molti tour operator locali. Le guide escursionistiche conoscono bene la natura.”

    Buon cibo

    Il buon cibo locale è un aspetto importante della tua visita ad un parco nazionale.

    “Il risotto cotto su un fornellino da campo è diventato il piatto preferito dal mio team. Preferibilmente accompagnato da cipolla, aglio, formaggio e verdure. Anche se nei parchi nazionali ci sono molti posti dove andare a mangiare il mio gruppo non ne ha mai utilizzati durante le nostre 37 escursioni, dato che uno degli obiettivi era di essere autosufficienti”, racconta Nordskar.

    Secondo Olav Nord-Varhaug i responsabili dei parchi nazionali ritengono che una offerta di ristorazione di buon livello sia una parte sempre più importante dell’esperienza escursionistica.

    “Un’offerta locale di ristorazione e pernottamento di alta qualità rende più facile per un escursionista scegliere di trascorrere tutta la giornata o più giorni nella natura. In molti posti all’interno o appena all’esterno dei parchi nazionali c’è una buona offerta di ristoranti e altri servizi.”

    Noti cibi locali preparati con ingredienti freschi della zona vengono serviti ad esempio a Lom, Langsua, Folgefonna, Hardangervidda e in molti altri luoghi.

    Brekkeseter, Høvringen
    Credits
    Brekkeseter, Høvringen.
    Photo: CH / visitnorway.com
    Credits
    Brekkeseter, Høvringen.
    Photo: CH / visitnorway.com

    Conosci la fauna

    Per osservare animali rari devi andare nelle aeree in cui sostano o vanno a mangiare e bere. “Informati sugli animali selvatici della zona prima di fare un’escursione”, dice Nordskar.

    Secondo Nord-Varhaug i visitatori sono bravi a non lasciare immondizia nei parchi nazionali. “Sembra che gli escursionisti siano ben consapevoli dell’impatto sull’ambiente.”

    Nordskar ha perso o dimenticato qualcosa nella natura durante le sue 37 escursioni?

    “Si, una sacca per la tenda. L’ha portata via il vento e spero che abbia felicemente trovato un nuovo proprietario. Per il resto abbiamo mantenuto tutto sotto controllo durante i nostri 80 giorni di viaggio.”

    Dovrefjell-Sunndalsfjella
    Credits
    Dovrefjell-Sunndalsfjella.
    Photo: Nasjonalparkriket Reiseliv

    Credits
    Dovrefjell-Sunndalsfjella.
    Photo: Nasjonalparkriket Reiseliv

    Scopri gli altri parchi nazionali

    Non devi aspettare fino al tuo arrivo per scoprire cosa puoi fare.

    ×
    Your Recently Viewed Pages
    Ad
    Ad
    Ad