Dynamic Variation:
Book
Choose Language
Search & Book
Search
or search all of Norway
TINE Gudbrandsdalsost TINE Gudbrandsdalsost
Credits
TINE Gudbrandsdalsost.
Photo: Cabday/visitnorway.com
Campaign
Partner
Ad

Ingredienti tradizionali, metodi moderni

Cereali e ortaggi locali di qualità, agnello e salumi, frutti di bosco e naturalmente il pesce, sono i capisaldi della cucina norvegese. Per non parlare del porridge o le cialde con formaggio marrone.

Un piccolo paese con una delle coste più lunghe del mondo, la Norvegia è conosciuta per i fiordi profondi e cristallini. Non sorprenderà quindi che la cattura e la preparazione di pesce di alta qualità è sempre stata una parte importante della cultura norvegese. In passato il baccalà era il prodotto più esportato, mentre oggi è il salmone fresco e il merluzzo artico.

Le foreste e montagne norvegesi sono ricche di bacche e frutta per fare marmellate, succhi di frutta e il multekrem, il famoso dessert a base di more artiche e panna montata. Ultimamente i cibi locali stanno avendo un grande successo, con formaggi, salumi, cereali e verdure, preparati in modo tradizionale da piccole aziende agricole e fattorie montane.

La caccia annuale porta sulle tavole norvegesi alci, cervi e renne, ma la carne più tradizionale è quella d'agnello.

I salumi, in particolare il fenalår, la coscia salata ed essiccata di agnello, è una nota specialità, e in autunno i norvegesi mangiano fårikål, cioè agnello bollito con cavoli e pepe in grani.

Le polpette sono un piatto di tutti i giorni molto popolare, ma nei fine settimana e durante le vacanze si mangia il porridge di riso o il rømmegrøt, a base di panna acida, latte intero e burro.

Il brunost, formaggio marrone, dal sapore dolce e allo stesso tempo piccante è il prodotto alimentare norvegese per eccellenza, mangiato su ottimo pane o cialde, preferibilmente in uno degli accoglienti bungalow lungo le piste per il fondo, dove questo gusto è parte dell'esperienza.

Piatti delle feste: Cosa mangiano i norvegesi a Natale

I norvegesi prendono sul serio le loro tradizioni natalizie. Tuttavia, c'è un sacco di competizione per quanto riguarda il piatto delle feste preferito. Ecco alcuni dei piatti natalizi più comuni:

Ribbe: Pancetta di maiale arrosto, di solito servito con crauti e patate bollite, salsicce di Natale, polpette di carne e salsa. Mangiato da sei famiglie su dieci, soprattutto nel Trøndelag e nelle valli orientali.

Pinnekjøtt: Costolette d'agnello salate ed essiccate, talvolta affumicate. Vengono tradizionalmente cotte al vapore su rami di betulla, da qui il nome ("pinnekjøtt" si può tradurre in "carne bastone"). Seconda scelta più popolare per la vigilia di Natale, in particolare tra le persone sulla costa occidentale.

Lutefisk: Stoccafisso che è stato a mollo in acqua e soda caustica (un antico modo per conservare il pesce), e poi cotto al forno. Un contorno tipico per questo piatto sono le patate, la pancetta, i piselli dolci e la senape.

Multekrem: Dessert fatto di more artiche e panna montata.

Småkaker: La tradizione vuole che sette diversi tipi di biscotti natalizi siano presenti sulle tavole norvegesi, e che tutti i membri della famiglia debbano essere in casa. Il pepperkake (l'omino di pan di zenzero) è probabilmente il più popolare di questi.

Acquavite: Bevanda nazionale della Norvegia Un distillato di patate aromatizzato con semi di cumino, anice, aneto, finocchio e coriandolo. L'accompagnamento preferito ai piatti di natale.

Gløgg: Il vin brulè secondo i norvegesi, preparato con una miscela sciropposa e una miscela di erbe, con aggiunta di mandorle e uvetta secca.

Assaggia...

Non devi aspettare fino al tuo arrivo per scoprire cosa ti piacerebbe fare.

×

Continua a leggere

Your Recently Viewed Pages
Ad
Ad
Ad